Hour of Code

 

L'Ora di Codice è un movimento globale che coinvolge decine di milioni di studenti in più di 180 paesi. Chiunque, in ogni parte del mondo, può organizzare un'Ora del Codice. Esercitazioni di un'ora sono disponibili in oltre 40 lingue diverse. Non è necessaria alcuna esperienza.Da 4 a 104 anni.

Quest'anno si svolgerà dal 7 al 13 Dicembre, e il nostro Istituto organizzerà "Ore del Codice" per i propri allievi e per gli studenti delle scuole medie del Territorio.

  • Inizio della settimana con la gara di coding tra gli alunni del triennio dell'Istituto Tecnico Tecnologico, indirizzo Informatico, sul sito https://studio.code.org/.
  • Anche gli alunni di terza media hanno la loro ora di coding: prosegue l' attività di orientamento con lezioni sulla programmazione visuale.
  • Le attività si intensificano venerdì 11 dicembre con la partecipazione alla giornata del codice organizzata dalla facoltà di Informatica e Matematica dell'Università di Perugia.

 

Ecco l'elenco delle conferenze a cui parteciperanno i nostri alunni:

NICOLA CICCOLI: La mia forma è più bella della tua.

Sempre più spesso i computer sono chiamati a riconoscere delle forme complesse. Dalla diagnostica per immagini in campo medico alla guida assistita di veicoli. D'altra parte, sempre più spesso i computer sono chiamati a progettare delle forme: dal design industriale ai film di animazione. Parleremo della differenza tra la forma di un oggetto: vista da un matematico e vista da un computer, e di come si possa insegnare a quest'ultimo a distuinguere la "bellezza" di una forma.

OSVALDO GERVASI: Il codice che fa divertire

La programmazione rende disponibili tantissime applicazioni che usiamo ogni giorno nei contesti più svariati. Vedremo insieme dei casi che rendono piacevole e divertente la realizzazione di programmi, seguendo metodi innovativi.

BRUNO IANNAZZO: Districarsi nelle reti complesse

Si dice che l'importanza di una persona risiede nelle sue relazioni. Si dice che chiunque può raggiungere il presidente degli Stati Uniti con meno di sei intermediari.
La matematica moderna, con l'ausilio dell'informatica, riesce a dare una spiegazione a questi luoghi comuni, all'interno della teoria dei complex network. Il motore di ricerca Google, a cui ci affidiamo quotidianamente per cercare informazioni, è basato su questa branca della matematica. Introdurremo alcune idee alla base della teoria dei complex networks, spiegando, in particolare, il funzionamento dei motori di ricerca.

DIMITRI MUGNAI: Crolleranno Ordunque Davvero I Cupoloni Eterni?

Astrazione, fantasia, immaginazione: ingredienti fondamentali per capire le cose che ci circondano, la musica, i ponti, le cupole, dei premi Nobel. Ma il collante di tutto è sempre e solo un bel po' di Scienza.

EMANUELA UGHI: Il senso delle parole in matematica

Attraverso alcuni esempi di errori e confusioni racconterò di come sia necessario dare un senso alle affermazioni matematiche, anche per essere cittadini consapevoli e critici

 

 

Per saperne di più e provare un'ora di codice clicca:

https://code.org

http://www.programmailfuturo.it/come/ora-del-codice

https://hourofcode.com/it

 

 

Video

Code Week del Rosselli Rasetti

Le sedi

Scuola Secondaria II° grado

Scuola Secondaria I° grado "Franco Rasetti"

Vai all'inizio della pagina